Tags

Related Posts

Share This

Vittoria Ottaviani

Ma che libro divertente!
Senza nulla voler togliere a testi anche giustamente celebri pubblicati in passato sull’argomento, verrebbe quasi da dire che con queste sue pagine Antonio Bonacchi abbia come spalancate le finestre d’una stanza che era rimasta chiusa per decenni col risultato di comunicare le sue tante competenze nel più simpatico dei modi.
Seduta al primo leggio del Maggio Musicale Fiorentino, ho esercitato per quasi quarant’anni il mestiere più bello del mondo, suonando coi maggiori direttori e concertisti.
Ovviamente rifarei tutto per filo e per segno, sin dalla prima corda a vuoto, ma stavolta all’allieva che sono stata farei senza dubbio leggere “Il Violinista”.
Un motivo di felicità in più!

Vittoria Ottaviani